Ascoltate il messaggio....

sabato 23 maggio 2009

Ritorna il blocco obbligato dei veicoli


Ebbene si cari cittadini, si è superata nuovamente la soglia delle polveri sottili in città, infatti in questi giorni si è registrato che, la nostra Siracusa, per il settimo giorno consecutivo ha superato la soglia consentita di polveri sottili (pm10).
In pratica un decreto ministeriale per la tutela ambientale, ha delineato quali fossero gli standard e la qualità dell'aria che può essere respirata dall'individuo, essa deve restare in dei parametri ben precisi, come non superare la soglia dei 40 microgrammi/m3, e se essa dovesse mai superare quella soglia, non dovrà mai arrivare a oltrepassare i 50 micogrammi/m3 per più di 35 giorni, nell'arco dell'anno. E in questo caso il comune deve regolamentarizzare il traffico e impedire la circolazione di tutti i veicoli e motoveicoli, naturalmente gli autorizzati, come polizia, mezzi pubblici, ambulanze ecc...potranno circolare.

Quindi a partire da oggi 23 Maggio 2009, fino a quando non si rientrerà nei parametri previsti, non si potrà circolare per i centri urbani della città a partire dalle 8:30 di mattina fino alle 18:00, sennò vi fanno la multa!

c'è da chiedersi, se comunque, per noi della provincia di Siracusa non si debba affrontare un discorso differente.
Questi politici parlano tanto di tutela dell''ambiente, e poi invece continuano a devastare e martoriare il nostro territorio con la costruzione di rigassificatori e centrali nucleari.

Quando si dice la coerenza....



Qui
troverete il documento dell'ordinanza






giovedì 21 maggio 2009

Il mare negato a Siracusa (porto piccolo e Ortigia)

Accade proprio qui nella nostra città, davanti ai norstri occhi talvolta indifferenti, talvolta incuriositi, talvolta nel mio caso parecchio incavolati.

E' davvero una vergogna uno scempio che i cittadini Siracusani e i Turisti, debbano rinunciare a l'unica spiaggetta formatasi in città, per il privilegio di privati che si sono appropriati "illegalmente" di un pezzo di oasi. Posso capire che il denaro fà brutti scherzi cari amministratori distratti, ma non penso che il denaro abbia pure il potere di cambiare le leggi attualmente in vigore, come questa:

"È fatto obbligo per i titolari delle concessioni il libero gratuito accesso e transito per il raggiungimento della battigia antistante l’area ricompresa nella concessione anche al fine della balneazione (legge finanziaria 2006, art. 1, c. 251)."

cosa sarà mai sfuggito a questi signori???

ECCO ALCUNE FOTO CHE DIMOSTRANO COME IL PASSAGGIO SIA STATO TOTALMENTE OCCUPATO ABUSIVAMENTE DAI GESTORI DELL'AREA :
















Video :


video

mercoledì 20 maggio 2009

Anche nei cieli di siracusa compaiono le "scie chimiche"

Ebbene si anche nella nostra bella città sono comparse in cielo le "scie chimiche", cosa sono queste scie chimiche ecco un breve sunto:
Un fenomeno, ormai purtroppo dilagante, e sotto gli occhi di tutti è quello relativo alle cosiddette “ scie chimiche” o chemtrails.

Sempre più frequentemente notiamo come i nostri cieli siano solcati da Scie, più o meno persistenti, rilasciate dal passaggio di aerei, anche a quote piuttosto basse. Normalmente si tende a minimizzare, giustificando la presenza di queste scie come naturale processo fisico dovuto alla condensazione del vapore acqueo prodotto dal calore dei motori. Ma, come si legge anche su autorevoli siti internet, la conditio sine qua non perché si formino scie di condensazione (o contrails) è che ricorrano determinate condizioni fisiche (umidità superiore al 70%, temperatura inferiore a -40°, altitudine superiore a 8000 m) al passaggio di un jet.
Da ciò la necessità di operare un distinguo tra queste due tipologie di scie emesse da aeromobili, chemtrails e contrails. Inoltre, particolare non trascurabile, le scie di condensazione sono abbastanza evanescenti mentre le chemtrails sono persistenti, possono rimanere nel cielo anche alcune ore, tendono a sfilacciare e ad aggregarsi con altre scie limitrofe formando una sorta di cappa lattiginosa che può oscurare settori di cielo molto estesi.
Il fenomeno, che negli ultimi anni si è intensificato in maniera esponenziale, ha avuto inizio a metà degli anni ’90 nei cieli del Canada, per poi estendersi agli USA, ai paesi della NATO e ad altre nazioni. Sembra che comunque la sperimentazione di tali scie abbia avuto luogo già negli anni ’50. I velivoli impiegati per il rilascio di tali scie chimiche sono di vario tipo ( KC-135, 767, KC-10) e alcuni potrebbero essere “droni”, cioè apparecchi teleguidati da un satellite e senza equipaggio. Le rotte che essi utilizzano, fuori dai normali corridoi aerei, si estendono anche sopra le città , formando scie - in casi di passaggi frequenti in un lasso di tempo molto ristretto – e tipiche tessiture a “reticolato” , ad “asterisco”, o a “filari” di vigna.
Di questo fenomeno si sono interessati vari ricercatori e scienziati indipendenti, che hanno anche elaborato delle teorie riguardo agli scopi di queste famigerate scie. Da rilevare che sia l’establishment scientifico sia i Governi mondiali tendono ad etichettare il fenomeno come normali scie di condensazione e a ridicolizzare e screditare chi asserisce il contrario, anche attraverso una fitta rete di disinformazione planetaria . E’ il classico, imperforabile “muro di gomma” che viene eretto ogniqualvolta si cerchi di affrontare temi scottanti e sgraditi.
Ci si può chiedere, a questo punto, quali siano i targets di tutta questa ben congegnata operazione su vasta scala. Si possono avanzare delle ipotesi, in base agli studi e ai campionamenti effettuati:
Modificazione climatica e meteorologica ( anche in sinergia con HAARP);
Accecamento dei radar nemici;
Creazione di un’antenna elettromagnetica nell’atmosfera;
Danneggiamento delle colture agricole non OGM;
Mappatura elettronica del territorio;
Sperimentazione e diffusione di agenti patogeni e malattie sull’ ignara popolazione ( v. ad es. irrorazione sulla città di Winnipeg nel ’53) per scopi militari;
Diffusione di nanomacchine negli esseri umani, col fine di controllare, monitorare e manipolare intere popolazioni;
e la lista potrebbe continuare…
Analisi chimiche e biologiche condotte al suolo hanno permesso di accertare la presenza di sostanze ed organismi normalmente estranei ed estremamente patogeni:
Sali di bario, alluminio, torio e cesio radioattivi, litio, cobalto, pseudomonas spp., batteri, micoplasma e virus.
Alcuni ricercatori ritengono che vi sia una stretta correlazione fra il rilascio di questi agenti biologico-chimici e l’insorgenza di nuove patologie e la recrudescenza di altre malattie, quali ad es. il Parkinson, l’Alzheimer, la Sindrome da affaticamento cronico, la sclerosi multipla, tumori, e il sinistro morbo di Morgellons, ormai presente con molte migliaia di casi nel mondo, ma debitamente ignorato dalla medicina ufficiale.
E’ legittimo a questo punto porsi delle domande su chi, come, perché, quanto ecc. queste massicce operazioni aeree avvengano in modo totalmente indisturbato, anche a seguito di circostanziate interpellanze parlamentari.
Sembra che dietro questo allarmante ed angoscioso fenomeno ci siano forti interessi di quei governi che – dietro una facciata di legalità – vogliono instaurare un Nuovo Ordine Mondiale, mediante il controllo climatico, dell’economia globale e conseguentemente delle popolazioni, ormai quasi plagiate dai media e da silenti armi ultra-tecnologiche.
Un fenomeno, quello delle chemtrails, che non possiamo più far finta di non accorgerci.


fonte sciechimiche.org

domenica 17 maggio 2009

Siracusa città aperta...

Bellissima città del profondo sud... imbarazzante che sia una delle ultime città nella classifica di qualsiasi cosa e soprattutto in quelle ambientaliste quando guarda caso il ministro dell'ambiente attuale è Siracusano, ma bando alle ciance la colpa resta della gente sporca e maleducata. Inutile dire che i rifiuti speciali vanno buttati negli ambienti preposti, inutile dire che anche se per siracusa ogni 2 metri c'è un cestino la gente non si fa sensi di colpa a buttare la cartaccia a terra...per non parlare di raccogliere la merda dei loro fantastici cagnolini...se fossi il sindaco penserei seriamente di campare di rendita facendo multe per la maleducazione della gente!