Ascoltate il messaggio....

martedì 15 settembre 2009

Manifestazione contro il Rigassificatore (Priolo 12/09/2009)

Sabato scorso si è svolta a Priolo Gargallo, una manifestazione che ribadisce il No della cittadinanza Priolese, alla costruzione di un rigassificatore.

Il luogo in cui dovrebbe sorgere questo rigassificatore è meglio conosciuto come "Triangolo della morte" dove troviamo, oltre che varie industrie inquinanti e pericolosissime per la salute dell'uomo, anche la presenza di uno dei più importanti poli petrolchimici europei.


Naturalmente anche la lista civica "Per il Bene Comune" di Siracusa ha partecipato all'iniziativa, organizzata dal comitato "NO RIGASSIFICATORE".

La partecipazione è stata di massa, si sono contate quasi 1000 persone, moltissimi erano i giovani che urlavano slogan contro coloro che continuano a pruomuovere la costruzione di questo pericolosissimo impianto.

La manifestazione ha percorso le vie principali del paese, e si è conclusa nella piazza centrale di Priolo, dove sono intervenuti i vari personaggi della politica locale e delle varie associazioni, che hanno voluto dire la propria sulla questione rigassificatore.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 17 Settembre 2009 nell’aula consiliare di Priolo, dove il Consiglio comunale sarà chiamato a discutere una mozione politica contro il rigassificatore Ionio Gas.

se volete saperne di più al riguardo cliccate qui


ECCO ALCUNE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE :











martedì 25 agosto 2009

SAI 8 S.P.A. (l'acqua privatizzata)

E' da più di un anno e mezzo che la società privata SAI 8 S.P.A. gestisce l'acqua, nell'intera provincia Siracusana, in quest'ultimo anno la popolazione ha visto un sensibile aumento delle tariffe, e un ancora più pessima qualità dell'acqua;




Sembra che la situazione sia sempre uguale.....ma non è così, peggiora ogni giorno di più, ad esempio nelle ultime settimane molte zone nella città di Siracusa, si sono rese protagoniste di continui disservizi.
Non è una novità, infatti, che negli ultimi tempi molti cittadini assistano alla mancaza di erogazione d'acqua nelle proprie abitazioni, tutto questo senza avere in cambio neanche una spiegazione credibile.





Infatti dopo il titolone, riportato dal quotidiano "LA SICILIA", dove si lodava il servizio di assistenza fornito ai consumatori dalla SAI 8 S.P.A., per la riparazione dei vari tubi, e si sottolineava che i disservizi della stessa sarebbero cessati.....guarda cosa ti va a succedere ....dopo poche ore, alcuni quartieri di Siracusa ritornano senza acqua....ora io non voglio pensare male, o mettere la pulce all'orecchio di nessuno, ma perchè le zone ad essere sempre senza servizio sono quelle dove si trovano i quartieri popolari?!?


Naturalmente non voglio pensare che ci siano ancora cittadini di serie A e cittadini di serie B, però un pensierino mi viene :), posso credere che siano sempre i tubi delle zone popolari ad avere problemi ?!??!


Vabbè del resto, Voi a chi dovete dare conto...e soprattutto chi vi dice niente!!?!

giovedì 6 agosto 2009

Indovinate qual'è la città che paga la tassa dei rifiuti più alta??

No non è Milano.....no neanche Napoli....no neppure Roma, ma è la nostra bella e sporchissima Siracusa.




E si mie cari concittadini, finalmente la nostra città è riuscita a raggiungere un record importante e ad essere ricordata da qualche giornale nazionale, ma naturalmente non viene riportato il suo splendore....anzi tutt'altro!

Riporto l'articolo in questione:


"La Tarsu è sempre più cara: record a Siracusa

Secondo uno studio dell'associazione "Cittadinanzattiva", la spesa media annua delle famiglie italiane per i rifiuti è aumentata di quasi il 50% dal 2000 a oggi.

Rifiuti a peso d'oro per le famiglie italiane. Secondo uno studio dell'associazione dei consumatori “Cittadinanzattiva”, segnalato dall'agenzia Ansa, dal 2000 a oggi c'è stata un'impennata di quasi il 50% nella spesa annua per la tassa dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani (Tarsu). La media italiana è ora 217 euro, il 3,8% in più del 2007. L'associazione ha considerato come riferimento una famiglia di tre persone, con un reddito di 44.200 euro l'anno e un appartamento di proprietà di cento metri quadrati. La situazione è molto diversa tra le varie regioni. La città dove la Tarsu è più cara è Siracusa (400 euro), mentre la vicina Reggio Calabria si trova agli antipodi, con un quarto della spesa (95). Trieste e Livorno (309) sono, invece, le città più care del Nord e del Centro. La media annua più alta si registra in Sicilia con 280 euro l'anno a famiglia, la più bassa in Molise (117). Differenze all'interno della stessa regione si registrano anche in Lombardia, dove la tariffa pagata a Milano (262 euro) supera ampiamente quella di Cremona (127); nel Lazio, il servizio a Latina costa 279 euro, ben 140 in più rispetto a quanto si paga a Viterbo. "

Fonte "Energia24"




Ma mi sà che i mie concittadini, visto paghino un così alto conto sulla bolletta dei rifiuti, per vendentta appena vedono un cassonetto buttano davvero di tutto :
cucine, bagni, camere da letto, finestre, infissi, tv, letti matrimoniali, cassettiere, scaldabagni ecc...ecc....

Tutto ciò che non serve più, o è troppo vecchio, va deposto nel cassonetto....

"Chi se ne frega se ci sono le isole ecologiche, preposte allo smaltimento di rifiuti ingombranti!"

Per non parlare dei cassonetti della differenziata, inutili d'accordo, ma almeno andrebbero un pò più rispettati.

Ma dico io un pò più di Bon ton nella vita non guasta, non prendetevela con i cassonetti, pigliatevela con chi vi fa pagare 400,00 euro di tarsu!!!

"Poi certo bisogna vedere anche la percentuale dei siracusani che si impegna a pagare tale somma, perchè mi sa saranno pochini ;) "


Ah vi segnalo un link....forse potreste trovarlo utile:
Clicca qui



venerdì 3 luglio 2009

PERCHE' QUEL CONCERTO AL TEATRO GRECO DI SIRACUSA?


Giovedì 2 Luglio 2009 a Siracusa c'è stato l'evento dell'anno, il concerto di CLAUDIO BAGLIONI al Teatro Greco.



Ragazzi una cosa pazzesca, bellissim...si soprattutto per chi come me è rimasta
imbottigliata nel traffico cittadino tutto un pomeriggio, sicuramente qualcuno da lassù ha dato l'ordine di bloccare le strade adiacenti al teatro Greco e non solo, creando in questo modo un caos di macchine e di mezzi pesanti per tutta la città.
Mi resta un dubbio, perchè si è permesso di fare un concerto dentro il Teatro Greco, quando si è più volte detto che non si possono tenere concerti al suo interno? e perchè si rischia di compromettere seriamente un reperto così importante della nostra città per il capriccio di pochi?

La gente ha pagato più di 40,00 euro a biglietto, considerando che sicuramente sarà stato pagato solo dal 20% degli spettatori, mi chiedo con che coerenza e con che considerazione i nostri Amministratori si possano permettere di abusare in questo malo modo dei nostri monumenti.
Tra le altre cose dopo il concerto mi è arrivato all'orecchio che tutto il Teatro Greco è stato ridotto un pattume, bè sono sicura che qualcuno sarà stato assunto per controllare che ciò non accadesse, ma sono altrettanto sicuro che questo qualcuno si sarà impegnato a controllare soltanto a come fare passare a scrocco amici e parenti.




Il dubbio è..... perchè proprio Claudi Baglioni ?!?!

Si legge nella motivazione della concessione rilasciata dall’Assessore Beni Culturali, Ambientali e Pubblica Istruzione Regione Siciliana, Prof. Avv. Gaetano Armao
"Uno spettacolo scelto “non solo per la particolare “qualità artistica ed attrattiva” ma anche per “le iniziative sociali svolte da Baglioni” e per il suo “legame con la Sicilia, che lo ha portato a partecipare come testimonial dell’adozione della Carta di Siracusa”



MMMMM E CHI SE NE FREGA DOTT. ARMAO???!!


RICORDO AI NOSTRI AMMINISTRATORI CHE SI RISPETTA LA LEGGE E I REGOLAMENTI, E NESSUNO DI LORO O DEI CANTANTI E' AL DI SOPRA DI ESSA!



mercoledì 1 luglio 2009

Cena di Officina Rebelde Siracusa

Mercoledì 24 Giugno si è svolta un'importante iniziativa dedicata alla situazione aquilana post terremoto, con la presenza di un giovane ragazzo del posto "Stefano", rappresentante del comitato aquilano "Epicentro solidale".
Durante la cena si è discusso di molte situazioni interessanti, all'inizio si è parlato della condizione in Abruzzo;
Ad esempio, uno dei problemi più sentiti dagli sfollati è quello abitativo.
Le Istituzioni hanno promesso che entro Ottobre o Novembre o massimo Natale (le solite promesse di Silvio) tutti avranno una casa.
Tra moduli abitativi (in pratica condomini) e case in legno ci saranno un totale di 28 mila posti.
Ma gli sfollati sono 80 mila !!!
Oltre 50 mila persone rischiano di passare l'inverno all'addiaccio.
Il governo confida che 50 mila persone rientrino a casa per l'inverno, non considerando però che per le continue scosse di terremoto nessuno inizia i lavori di ristrutturazione.
Altro punto trattato nella serata è stato la responsabilità della protezione civile.
Durante i 3 mesi precedenti alla scossa forte c'erano state moltissime micro scosse.
Il vice capo della Protezione civile, Bernardo De Bernardinis, una settimana prima del terremoto aveva escluso la possibilità che la terra potesse tornare a tremare, se non per piccoli movimenti di assestamento.
E sono crollate le strutture pubbliche di costruzione recente (anni'80): l’ospedale, il Comune, la Provincia, la sede della Presidenza della Regione a Palazzo Centi (appena restaurata!), l’Università, la Prefettura. Chi doveva controllare?
Ora la protezione civile dirige tutto in maniera manageriale. Dai campi a ogni funzione che hanno restano autoritari, ignorando le volontà dal basso.
L' Economia era basata in gran parte sull'università. Ora senza case, gli studenti dove andranno? Rischia di crollare gran parte dell'economia aquilana
E infine si è discusso del G8 all'Aquila. Questo territorio si appresta a vivere la fase più drammatica del dopo terremoto, dove la militarizzazione è sempre più sofferta dagli sfollati che vivono in situazioni drammatiche nei campi e in generale sul tutto il territorio abruzzese, azzerando sul nascere ogni tentativo di partecipazione, dove vengono proibite libere assemblee nelle tendopoli, dove la tragedia si trasforma in occasione per il piano di speculazione edilizia che il governo Berlusconi aveva già pronto nel cassetto. Ma questa emergenza non esclude nessuno: la pratica autoritaria avallata dal Decreto 39/2009 rappresenta un allarme democratico che riguarda il futuro di tutto il nostro paese.
I territori, le comunità e le organizzazioni sociali in resistenza contro la crisi, il carovita, la precarietà, la disoccupazione, la devastazione ambientale, la mercificazione dei beni comuni, la militarizzazione, si uniscono nella solidarietà attiva e partecipe alle cittadine e ai cittadini dell’aquilano. Da Vicenza a Chiaiano passando per tutti i presidi di partecipazione e democrazia che r-Esistono in Italia condannano la scelta dello spostamento del G8 all’Aquila.
Le mobilitazioni saranno rivolte contro i responsabili della crisi e caratterizzate dalle questioni della ricostruzione sociale del territorio abruzzese.
L’Aquila, che rappresenta l’imposizione di un nuovo modello di gestione dell’emergenza e della crisi attraverso la militarizzazione del territorio e la centralizzazione delle decisioni, sostiene le mobilitazioni nazionali, organizzerà una giornata di forum sui temi della crisi e della ricostruzione sociale e politica dell’aquilano che l’assemblea di oggi assume come responsabilità e condivisione comune.

IL RIASSUNTO DELLA SERATA CI E' STATO GENTILMENTE FORNITO DA FRANCESCO.



QUESTO VIDEO CI RACCONTA IN MODO ESAUSTIVO LA SITUAZIONE ABRUZZESE
:



domenica 14 giugno 2009

Un Vizietto tutto Siracusano



Ebbene si c'è una parte di SIRACUSANI che oltre ad essere maleducati, disinformati, disinteressati, razzisti e avendo una percezione di legalità tutta loro....hanno un vizietto particolare "quello di chiedere all'amico, che ricopre cariche di consigliere o assessore" di farsi togliere le multe.
In questa città sempre più allo sfascio, dove le regole della strada non sono dettate dai cartelli segnaletici o dal rispetto del codice stradale, ma sono dettate soltanto da percezioni o semplici intuizioni; dove "le vigilesse" sono bastardissime perche "m'hanno azziccato la multa"!
.....bene a queste persone direi di essere felici di aver incontrato quelle viglilesse e di essere felici di vivere nel paese dei balocchi, dove se conosci la persona giusta, la multa Scompare!
FANTASTICO VERO?! Cioè veramente non vi vergognate ?!? comprate dei bolidi da 60.000 euro facendo non so quale lavoro, perchè qui a Siracusa per lo stile di vita che conducete sembra facciate tutti gli imprenditori di successo, e poi per togliervi 70,00-100 euro di multa andate a piangere dal povero amico consigliere comunale o assessore o addirittura dal povero amico vigile urbano ?
Cosa sarà per te uomo che ha lo scafo parcheggiato allo sbarcadero e ti vesti solo con robe di marca, perchè sei talmente insicuro che ha bisogno di avere qualcosa di firmato addosso per sentirti qualcuno, COSA SONO PER TE 70,00 - 100,00 EURO!?!?
Perchè non paghi quella cazzo di multa e impari a rispettare le regole, cos'è che ti da fastidio, pensi che alle altre persone piaccia rispettarle? secondo te è giusto? ti senti più figo della gente onesta?? cosa insegnerai ai tuoi figli con questo atteggiamento, te lo sei mai chiesto?? A no tu i figli li lasci crescere da soli...sei indaffarato a comprare vestiti e a farti l'amante forse!

E TU....SI PROPRIO TU CONSIGLIERE O ASSESSORE PROVINCIALE E COMUNALE , COME CAVOLO FAI A CANDIDARTI IN POLITICA A RICOPRIRE UNA POSIZIONE ISTITUZIONALE?!?
PERSEGUIRE LA LEGALITà è UNO DEGLI ASPETTI DELLA TUA POSIZIONE.
NON DOVREI DIRTELO IO...PROPRIO NON DOVREI!!
MI SPIACE CHE I MIEI CONCITTADINI SI SENTANO OFFESI SE VENGONO CHIAMATI IN BALLO, MA PENSO CHE SE LO STRAMERITINO!

COME LEI CARO ASSESSORE o CONSIGLIERE CHE SI STRAMERITEREBBE DI ESSERE PRESO A CALCI NEL CULO E DI ANDARSENE DRITTO A CASA.

VERGOGNA!!!!!!!




Presentazione del libro "Gli africani salveranno Rosarno. E, probabilmente, anche l’Italia”


Ieri pomeriggio nella chiesa di Bosco Minniti si è svolta la presentazione del libro "Gli africani salveranno Rosarno. E, probabilmente, anche l’Italia”, con la presenza dello scrittore Antonello Mangano, con Alfonso Di Stefano (Rete Antirazzista Catanese), padre Carlo Dantoni (parroco di Bosco Minniti) e attivisti del centro per i diritti umani Arrakkè.
Si è parlato dello sfruttamento e della precarietà con cui ancora oggi viene affrontato il "problema" migranti da parte delle istituzioni, i governi, sia essi di destra sia essi di sinistra, si sono mostrati fino ad oggi solo indifferenti e incompetenti.
Nel Libro, scritto a più mani, troviamo le testimonianze di giovani uomini che vivono in maniera vergognosa, in una nazione che ancora ci ostiniamo a definire "civile".
A Rosarno come a Cassibile, centinaia di migranti lavorano nelle campagne, sostengono un'economia in crisi, vivono in condizioni disumane, lavorano con paghe da fame e sotto il peso del caporalato.
Queste condizioni di sopravvivenza si trovano naturalmente spesso e volentieri nel Meridione, dove le organizzazioni della malavita riescono ad avere sempre più potere, in un Italia che dorme e che si gira dall'altra parte.
Dopo il dibattito, è stata la volta della presentazione della campagna "Io non respingo" e la proiezione del documentario "Come un uomo sulla terra".










giovedì 11 giugno 2009

Revocata con effetto immediato l'ordinanza del blocco delle auto

E' stata revocata l'ordinanza del blocco delle auto avvenuta il 26 Maggio, che collocava Siracusa nuovamente sopra la soglia 10pm di polveri sottili, ma chi può certificare che il blocco sia stato davvero effettuato? a me pare proprio che si potesse tranquillamente circolare per la città....bò forse il sindaco ha una sua particolare opinione di quello che sia far rispettare un'ordinanza ministeriale ai propri cittadini o non se li sarà voluti inamicare dato che l'ordinanza era stata disposta soltanto pochi giorni prima delle elezioni ?!? ma sarà sicuramente che penso male io!!

Scarica qui la revoca

sabato 23 maggio 2009

Ritorna il blocco obbligato dei veicoli


Ebbene si cari cittadini, si è superata nuovamente la soglia delle polveri sottili in città, infatti in questi giorni si è registrato che, la nostra Siracusa, per il settimo giorno consecutivo ha superato la soglia consentita di polveri sottili (pm10).
In pratica un decreto ministeriale per la tutela ambientale, ha delineato quali fossero gli standard e la qualità dell'aria che può essere respirata dall'individuo, essa deve restare in dei parametri ben precisi, come non superare la soglia dei 40 microgrammi/m3, e se essa dovesse mai superare quella soglia, non dovrà mai arrivare a oltrepassare i 50 micogrammi/m3 per più di 35 giorni, nell'arco dell'anno. E in questo caso il comune deve regolamentarizzare il traffico e impedire la circolazione di tutti i veicoli e motoveicoli, naturalmente gli autorizzati, come polizia, mezzi pubblici, ambulanze ecc...potranno circolare.

Quindi a partire da oggi 23 Maggio 2009, fino a quando non si rientrerà nei parametri previsti, non si potrà circolare per i centri urbani della città a partire dalle 8:30 di mattina fino alle 18:00, sennò vi fanno la multa!

c'è da chiedersi, se comunque, per noi della provincia di Siracusa non si debba affrontare un discorso differente.
Questi politici parlano tanto di tutela dell''ambiente, e poi invece continuano a devastare e martoriare il nostro territorio con la costruzione di rigassificatori e centrali nucleari.

Quando si dice la coerenza....



Qui
troverete il documento dell'ordinanza






giovedì 21 maggio 2009

Il mare negato a Siracusa (porto piccolo e Ortigia)

Accade proprio qui nella nostra città, davanti ai norstri occhi talvolta indifferenti, talvolta incuriositi, talvolta nel mio caso parecchio incavolati.

E' davvero una vergogna uno scempio che i cittadini Siracusani e i Turisti, debbano rinunciare a l'unica spiaggetta formatasi in città, per il privilegio di privati che si sono appropriati "illegalmente" di un pezzo di oasi. Posso capire che il denaro fà brutti scherzi cari amministratori distratti, ma non penso che il denaro abbia pure il potere di cambiare le leggi attualmente in vigore, come questa:

"È fatto obbligo per i titolari delle concessioni il libero gratuito accesso e transito per il raggiungimento della battigia antistante l’area ricompresa nella concessione anche al fine della balneazione (legge finanziaria 2006, art. 1, c. 251)."

cosa sarà mai sfuggito a questi signori???

ECCO ALCUNE FOTO CHE DIMOSTRANO COME IL PASSAGGIO SIA STATO TOTALMENTE OCCUPATO ABUSIVAMENTE DAI GESTORI DELL'AREA :
















Video :


video

mercoledì 20 maggio 2009

Anche nei cieli di siracusa compaiono le "scie chimiche"

Ebbene si anche nella nostra bella città sono comparse in cielo le "scie chimiche", cosa sono queste scie chimiche ecco un breve sunto:
Un fenomeno, ormai purtroppo dilagante, e sotto gli occhi di tutti è quello relativo alle cosiddette “ scie chimiche” o chemtrails.

Sempre più frequentemente notiamo come i nostri cieli siano solcati da Scie, più o meno persistenti, rilasciate dal passaggio di aerei, anche a quote piuttosto basse. Normalmente si tende a minimizzare, giustificando la presenza di queste scie come naturale processo fisico dovuto alla condensazione del vapore acqueo prodotto dal calore dei motori. Ma, come si legge anche su autorevoli siti internet, la conditio sine qua non perché si formino scie di condensazione (o contrails) è che ricorrano determinate condizioni fisiche (umidità superiore al 70%, temperatura inferiore a -40°, altitudine superiore a 8000 m) al passaggio di un jet.
Da ciò la necessità di operare un distinguo tra queste due tipologie di scie emesse da aeromobili, chemtrails e contrails. Inoltre, particolare non trascurabile, le scie di condensazione sono abbastanza evanescenti mentre le chemtrails sono persistenti, possono rimanere nel cielo anche alcune ore, tendono a sfilacciare e ad aggregarsi con altre scie limitrofe formando una sorta di cappa lattiginosa che può oscurare settori di cielo molto estesi.
Il fenomeno, che negli ultimi anni si è intensificato in maniera esponenziale, ha avuto inizio a metà degli anni ’90 nei cieli del Canada, per poi estendersi agli USA, ai paesi della NATO e ad altre nazioni. Sembra che comunque la sperimentazione di tali scie abbia avuto luogo già negli anni ’50. I velivoli impiegati per il rilascio di tali scie chimiche sono di vario tipo ( KC-135, 767, KC-10) e alcuni potrebbero essere “droni”, cioè apparecchi teleguidati da un satellite e senza equipaggio. Le rotte che essi utilizzano, fuori dai normali corridoi aerei, si estendono anche sopra le città , formando scie - in casi di passaggi frequenti in un lasso di tempo molto ristretto – e tipiche tessiture a “reticolato” , ad “asterisco”, o a “filari” di vigna.
Di questo fenomeno si sono interessati vari ricercatori e scienziati indipendenti, che hanno anche elaborato delle teorie riguardo agli scopi di queste famigerate scie. Da rilevare che sia l’establishment scientifico sia i Governi mondiali tendono ad etichettare il fenomeno come normali scie di condensazione e a ridicolizzare e screditare chi asserisce il contrario, anche attraverso una fitta rete di disinformazione planetaria . E’ il classico, imperforabile “muro di gomma” che viene eretto ogniqualvolta si cerchi di affrontare temi scottanti e sgraditi.
Ci si può chiedere, a questo punto, quali siano i targets di tutta questa ben congegnata operazione su vasta scala. Si possono avanzare delle ipotesi, in base agli studi e ai campionamenti effettuati:
Modificazione climatica e meteorologica ( anche in sinergia con HAARP);
Accecamento dei radar nemici;
Creazione di un’antenna elettromagnetica nell’atmosfera;
Danneggiamento delle colture agricole non OGM;
Mappatura elettronica del territorio;
Sperimentazione e diffusione di agenti patogeni e malattie sull’ ignara popolazione ( v. ad es. irrorazione sulla città di Winnipeg nel ’53) per scopi militari;
Diffusione di nanomacchine negli esseri umani, col fine di controllare, monitorare e manipolare intere popolazioni;
e la lista potrebbe continuare…
Analisi chimiche e biologiche condotte al suolo hanno permesso di accertare la presenza di sostanze ed organismi normalmente estranei ed estremamente patogeni:
Sali di bario, alluminio, torio e cesio radioattivi, litio, cobalto, pseudomonas spp., batteri, micoplasma e virus.
Alcuni ricercatori ritengono che vi sia una stretta correlazione fra il rilascio di questi agenti biologico-chimici e l’insorgenza di nuove patologie e la recrudescenza di altre malattie, quali ad es. il Parkinson, l’Alzheimer, la Sindrome da affaticamento cronico, la sclerosi multipla, tumori, e il sinistro morbo di Morgellons, ormai presente con molte migliaia di casi nel mondo, ma debitamente ignorato dalla medicina ufficiale.
E’ legittimo a questo punto porsi delle domande su chi, come, perché, quanto ecc. queste massicce operazioni aeree avvengano in modo totalmente indisturbato, anche a seguito di circostanziate interpellanze parlamentari.
Sembra che dietro questo allarmante ed angoscioso fenomeno ci siano forti interessi di quei governi che – dietro una facciata di legalità – vogliono instaurare un Nuovo Ordine Mondiale, mediante il controllo climatico, dell’economia globale e conseguentemente delle popolazioni, ormai quasi plagiate dai media e da silenti armi ultra-tecnologiche.
Un fenomeno, quello delle chemtrails, che non possiamo più far finta di non accorgerci.


fonte sciechimiche.org

domenica 17 maggio 2009

Siracusa città aperta...

Bellissima città del profondo sud... imbarazzante che sia una delle ultime città nella classifica di qualsiasi cosa e soprattutto in quelle ambientaliste quando guarda caso il ministro dell'ambiente attuale è Siracusano, ma bando alle ciance la colpa resta della gente sporca e maleducata. Inutile dire che i rifiuti speciali vanno buttati negli ambienti preposti, inutile dire che anche se per siracusa ogni 2 metri c'è un cestino la gente non si fa sensi di colpa a buttare la cartaccia a terra...per non parlare di raccogliere la merda dei loro fantastici cagnolini...se fossi il sindaco penserei seriamente di campare di rendita facendo multe per la maleducazione della gente!